Sfoglia tramite
Tag: montale

Spesso il male di vivere ho incontrato – Eugenio Montale

Spesso il male di vivere ho incontrato – Eugenio Montale

“Il male di vivere” montaliano è spesso paragonabile al pessimismo cosmico leopardiano, accomunando tutta l’umanità in un’unica sofferenza, compresi gli animali. Ma Montale estende il concetto anche agli esseri inanimati, da cui trae spunto per riflettere sull’esistenza. E’ come se tutta la creazione partecipasse ad un male nascosto che la consuma. Spesso il male di vivere ho incontrato: era il rivo strozzato che gorgoglia, era l’incartocciarsi della foglia riarsa, era il cavallo stramazzato. Bene non seppi, fuori del prodigio che schiude la divina Indifferenza:…

Leggi Altro Leggi Altro

Meriggiare Pallido e Assorto – Eugenio Montale

Meriggiare Pallido e Assorto – Eugenio Montale

MERIGGIARE PALLIDO E ASSORTO (da Ossi di Seppia) Nella poesia l’autore tratteggia il paesaggio ligure, cogliendone i minuti particolari. La natura però diventa il pretesto per riflettere sul senso della vita, che è come un camminare lungo un muro di cinta la cui sommità è coperta da cocci taglienti. Il poeta in particolare sente che la verità sia aldilà del muro, ma esso non è valicabile; tutto ciò che accade pertanto aldiqua del muro è un essere assorto, una non-verità:…

Leggi Altro Leggi Altro

Eugenio Montale

Eugenio Montale

Biografia Eugenio Montale nasce a Genova il 12 Ottobre 1896 da esponenti della media borghesia genovese. Il padre era infatti comproprietario di una ditta di prodotti chimici, fornitrice di Veneziani S.p.A., azienda presso cui era impiegato Italo Svevo. Viene iscritto nel 1915 all’istituto tecnico commerciale “Vittorio Emanuele”, dove si diplomerà in ragioneria, e inizia a frequentare  biblioteche cittadine e assiste alle lezioni private di filosofia della sorella Marianna. Nel 1917 è dichiarato idoneo al servizio militare, frequenta a Parma il corso…

Leggi Altro Leggi Altro