La metamorfosi – Franz Kafka

La metamorfosi – Franz Kafka

Contesto Storico

La corrente letteraria più in voga in quel momento era il positivismo, però a causa della guerra essa va a svanire e viene sovrastato dal decadentismo. Kafka si soffermò sull’esistenzialismo che scava nelle emozioni del personaggio e ci si incentra sull’io,  e ne darà infatti una grande impronta con la metamorfosi.

Biografia


Franz Kafka nacque a Praga nel 1883. Durante la sua vita scrisse molte opere, ma molte di queste decise di non pubblicarle, l’unico a conoscenza di queste opere Max Brad al quale fece anche promettere di non renderle pubbliche. Tra le sue opere più famose troviamo La Metamorfosi che scrisse nel 1912 e e pubblica nel 1915. Successivamente Kafka si ammalò anche di tubercolosi per la quale morì nel 1924 a Kierling. Il suo amico successivamente alla sua morte decise di leggere le sue opere non pubblicate, e contrariamente alla sua volontà decise di pubblicarle.

La Metamorfosi

All’inizio del racconto, il protagonista Gregor Samsa si risveglia una mattina ritrovandosi trasformato in uno scarafaggio. La causa di tale mutazione non viene mai rivelata. Tutto il seguito del racconto narra dei tentativi compiuti dal giovane Gregor per cercar di continuare a vivere la sua vita normalmente, soprattutto nei riguardi dei genitori e la sorella, dato che tramite il suo lavoro portava avanti la famiglia.

In questa parte si parla del risveglio del protagonista, nello specifico di quando si accorge di essere diventato uno scarafaggio e del primo dialogo con la madre.

Riassumi le preoccupazioni di Gregor, sia quelle riguardanti la sua professione, sia quelle legate alla sua metamorfosi.
Tra le preoccupazioni di Gregor sul lavoro troviamo il fatto che il suo lavoro comporta un ritmo molto veloce e regole molto rigide, ed essendo uno scarafaggio non glie è più possibile mantenere questi ritmi, perciò rischia di perdere il lavoro, ma non può permettersi ciò dato che è l’unico che lavora all’interno della sua famiglia e quindi l’unico che la porta avanti.
Mentre per quanto riguarda la sua metamorfosi Gregor è preoccupato perché non può farsi vedere in pubblico trasformato in scarafaggio, visto che è un essere schifato dalla gente.

Perché Gregor non vuole darsi per malato?

Gregor non vuole darsi malato perché il  suo datore di lavoro si sarebbe insospettito poiché lui non ha mai fatto un ritardo in 5 anni di lavoro, mentre se si fosse dato malato sarebbe venuto a trovarlo il medico, che lo avrebbe visto trasformato in scarafaggio.

Secondo quale punto di vista è narrata la vicenda?

La vicenda è raccontata dal punto di vista di un narratore esterno, infatti è presente la terza persona e in alcuni casi vengono inseriti i dialoghi di Gregor quotati.

Riflettendo sulla lingua e sullo stile, ti sembra che prevalga un tono tragico, di fronte a un avvenimento tanto sconvolgente? Oppure prevalgono la sorpresa, l’angoscia, la vergogna della metamorfosi?

Nel racconto non prevale un tono tragico, Gregor infatti cerca di essere sempre razionale sulle scelte da compiere, per evitare di non essere visto e non perdere il suo posto di lavoro. Viene comunque fatta notare la sua sorpresa della metamorfosi, la sua vergogna di farsi vedere e l’angoscia di come poter continuare a lavorare nonostante la sua trasformazione.

Prova di realtà per classi parallele (Cooperative Learning)

I commenti sono chiusi