Il nuovo sistema totalitario di Kim Jong-Un

Il nuovo sistema totalitario di Kim Jong-Un

TIPOLOGIA C – TEMA DI ORDINE STORICO

La lotta ai sistemi autoritari, iniziata nel ‘900, è ancora oggi attuabile. Esistono infatti nel mondo forme di controllo assoluto sulla società intera come accade in Corea del Nord. Partendo dai punti principali affrontati durante il corso dei propri studi, il Candidato definisca le caratteristiche principali del governo di Kim Jong-un e ne delinei una opinione personale.

Il nuovo sistema totalitario di Kim Jong-Un

Conosciamo da sempre i sistemi totalitari e le loro caratteristiche. Ci sono stati vari tentativi in passato, anche in Italia, come il fascismo, capitanato da Mussolini. Ormai sono quasi tutti caduti, ma in Corea del Nord è ancora presente. Dopo aver ereditato il potere a suo padre, Kim Jong-Un è il più giovane dittatore del mondo. E’ famoso per le sue scelte drastiche e le sue decisioni fuori da ogni logica. Questo è infatti uno dei lati negativi di un sistema autoritario, nessuno si può opporre alle sue decisioni, giuste o sbagliate che siano. Dall’altra parte può significare una maggior facilità di governo e quindi una rapidità e facilità maggiore di compiere determinate azioni. Kim Jong-Un però sta applicando anche una politica di anarchia, infatti la Corea del Nord, ad esempio, utilizza un sistema operativo proprietario nei propri computer, e si collega ad una rete internet privata, di fatto controllando anche informazione e applicando censure. Nel Nord Korea infatti non esiste Google, YouTube, WhatsApp ecc, ma dei corrispettivi, controllati ovviamente dal governo. Viene inoltre spinto l’uso di prodotti di produzione interna, come cibo, cellulari e televisori. Pensate inoltre che quest’ultimi si possono accendere da soli, per “obbligare” la visione di comunicati da parte del governo, proprio come succede nel romanzo e nel film Hunger Games di Suzanne Collins. Personalmente non credo ci sia nulla di male in un sistema autoritario, purché non diventi totalitario, come sta facendo Kim, anche di fatto controllando i propri cittadini tramite una rete privata di informazioni che il governo approva.

I commenti sono chiusi