Giuseppe Ungaretti – Veglia

Giuseppe Ungaretti – Veglia

VEGLIA

Un’intera nottata
buttato vicino
a un compagno
massacrato
con la sua bocca
digrignata
volta al plenilunio
con la congestione
delle sue mani
penetrata
nel mio silenzio
ho scritto
lettere piene d’amore
Non sono mai stato
tanto
attaccato alla vita
ANALISI DEL TESTO

COMPRENSIONE

  1. Sintetizza la prima e la seconda strofa con una sola parola per ciascuna.

ANALISI

  1. Individua le allitterazioni. Quale consonante è più frequente? Quale effetto ottiene?
  2. A quale scopo è utilizzato lo spazio bianco tra le due strofe?
  3. Ungaretti affermò di privilegiare l’uso del participio passato invece di un semplice attributo, per dare all’azione una maggiore dinamicità, un atto in divenire. Individuali.

APPROFONDIMENTO

Scrivi un breve testo (puoi immaginare di intervistare a tua volta Ungaretti) in risposta a questa domanda: è giusto scrivere lettere piene d’amore accanto ad un compago morto? Puoi rispondere consultando alcuni documenti filmati:

  • Ungaretti fu intervistato da Pasolini, scrittore e regista, in un film Comizi d’amore. L’argomento dell’intervista è la “normalità”. Trovi il documento in You Tube.
  • In rete trovi anche un’intervista televisiva in cui l’autore commenta il rapporto tra poesia e guerra (cerca nel browser “Ritratto di Giuseppe Ungaretti”).
  • Ripassa il testo letto ed analizzato in classe sul concetto di poesia, espresso da Ungaretti.

 

RISPOSTE

COMPRENSIONE

  1. Guerra, Vita.

ANALISI

  1. Viene ripetuta spesso la consonante “t”, viene usata per dare un senso più crudo e grezzo alla poesia, così come la mancanza di punteggiatura.
  2. Quale spazio bianco? Presumo venga utilizzato per dare un senso di distacco dalla prima parte della poesia, in quanto tratta argomenti “differenti”.
  3. I participi passato utilizzati sono nell’uso di parole come buttato, massacrato, digrignata, volta e penetrata.

APPROFONDIMENTO

Scrivi un breve testo (puoi immaginare di intervistare a tua volta Ungaretti) in risposta a questa domanda: è giusto scrivere lettere piene d’amore accanto ad un compago morto? Puoi rispondere consultando alcuni documenti filmati:

  • Ungaretti fu intervistato da Pasolini, scrittore e regista, in un film Comizi d’amore. L’argomento dell’intervista è la “normalità”. Trovi il documento in You Tube.
  • In rete trovi anche un’intervista televisiva in cui l’autore commenta il rapporto tra poesia e guerra (cerca nel browser “Ritratto di Giuseppe Ungaretti”).
  • Ripassa il testo letto ed analizzato in classe sul concetto di poesia, espresso da Ungaretti.
I commenti sono chiusi