Contesto architettonico-artistico del ‘900

Contesto architettonico-artistico del ‘900

Astrattismo

Con Vasilij Kandinskij nasce l’acquerello con linee e forme prive di significato, nasce così l’astrattismo che causò la crisi dei pittori. Kandinskij dispone le forme in apparente modo casuale, ma rispetta la logica dell’occhio umano, così vengono creati una serie di quadri ed acquerelli intitolati “improvvisazioni e composizioni“, per il pittore i colori e le forme hanno un significato e suscitano emozioni in colui che guarda l’opera, ogni colore viene associato dall’artista ad uno strumento musicale. Il pittore scrisse anche un libro “Spirituale dell’arte”.

L’astrattismo viene collegato anche alla scienza attraverso la biologia, la fisica (con l’atomo) e alla psicanalisi e vengono quindi messi degli oggetti e delle figure nei quadri che apparentemente sono prive di significato ma in realtà hanno un significato dietro molto complesso.

Cubismo

Questa corrente artistica interessò la Francia e la Germania, ciò che diede vita al cubismo fu la nascita, nel 1905, del gruppo dei Fauves (Selvaggi) che si distaccano dalle regole accademiche e canoniche della pittura, ed utilizzano una pittura aggressiva, questi amano la natura poiché in essa non è presente la società.

La vera nascita del cubismo avviene nel 1907 con Pablo Picasso. Le caratteristiche principali del Cubismo sono la geometricità, l’assoluta mancanza di profondità, la violazione delle regole della prospettiva rinascimentale e l’utilizzo della sovrapposizione dei punti di vista.

Dadaismo

Questo è un movimento artistico di protesta nei confronti dell’estrema razionalità nato durante la Prima Guerra Mondiale. Quest’arte rifiuta le nuove tecniche e nasce a Zurigo in Svizzera. Questo movimento si diffonde in vari stati del mondo in particolare in America e mescola insieme letteratura e arte. I quadri sono basati sulla casualità e vengono costruite opere con l’uso di oggetti comuni. L’artista ormai non è chi sa proporre nuove forme artistiche.

Surrealismo

Movimento nato coinvolse tutte le arti andando a toccare anche letteratura e cinema, nacque a Parigi e si basa su tre tematiche: amore (fulcro della vita), sogno e follia e i mezzi per superare la realtà, e infine la liberazione dalle convinzioni sociali. L’opera viene dettata dalla psiche e dalla mente dell’autore.

Espressionismo

Utilizza colori aggressivi e reali, figure stilizzate sgraziate, questo termine caratterizza l’arte tedesca all’inizio del ‘900, ma viene utilizzato per definire quelle opere che usano liberamente il colore e che per esprimere lo stato d’animo non si preoccupano di distaccarsi dalla realtà. Gli espressionisti sentono il bisogno di rivelare la propria condizione psicologica attraverso il disegno.
Vincent Van Gogh cercò di comunicare la propria inquietudine interiore attraverso l’opera dei girasoli.

Conclusioni

Uniformando il concetto che sta dietro ad ogni corrente letteraria ed artistica il ‘900 fu un secolo che portò innovazioni nella visione della realtà. La Grande Guerra portò gli artisti a trasmettere i loro sentimenti attraverso metodi mai visti prima.

Contesto architettonico-artistico del ‘900

Prova di realtà per classi parallele (Cooperative Learning)

I commenti sono chiusi